Hamburger di Sasebo

Il modo in cui è tagliato un ingrediente può cambiare il sapore dell’ingrediente.

La cioccolata, per esempio, ha per me due sapori fondamentali. Quello del blocco tozzo che si assapora grazie all’inesorabile scioglimento; e quello dei Flakes , le barrette inglesi di cioccolata sfogliata che, ben prima di sciogliersi, si frantumano in bocca in tante piccole e finissime scaglie così che la fragranza di vaniglia e cioccolato al latte arriva subito al naso e ai suoi recettori olfattivi e in un baleno al cervello. Probabilmente erano fatte con l’olio di palma anche negli anni ’80 ma saranno sempre una parte della mia infanzia felice.

L’ultimo giovedì di agosto è #nationalburgerday in Gran Bretagna e la popolare paninoteca di Brighton, il Trollburger ha messo sul menu un bel panino di hamburger di manzo, asparagi alla griglia, halloumi, aioli e, sì, salsa di cioccolato.

Si dice che la parola autenticità sia utilizzata dai food writers ormai per celebrare qualsiasi cosa che abbia una buon sapore, “specialmente se c’è qualche nonna di mezzo nella storia della ricetta”, Alice Waters (nel business dal 1971).

Invece di inseguire l’autentico hamburger, la storia di Sasebo è un quadro della realtà dove non esiste un elemento culturale primordiale ma solo una rete di incontri, appropriazioni e scambi. Negli secondo dopoguerra Sasebo, città giapponese della prefettura di Nagasaki, è diventata una base militare statunitense, specialmente importante durante la guerra di Corea. Proprio negli anni ’50 furono aperti i primi chioschi di hamburger che contavano sulla cospicua clientela americana. Oggi Sasebo ha circa 20 locali che servono hamburger come allora: non fast-food ma hamburger fatti con le migliori carni sotto gli occhi della clientela paziente sui 7 o 10 posti disponibili al bancone.

Questa ricetta l’ho trovata su un libro giapponese nella versione inglese, Bento Cookbook di Andrew Chang. Il taglio di carne è l’elemento fondamentale. L’uso degli straccetti è una mia idea, autentica, italiana.

Ingredienti per due burger

200 g straccetti di manzo

1 spicchio d’aglio

sale e pepe

olio extra vergine d’oliva

  1. Spellare l’aglio e farlo bollire qualche minuto in un dito d’acqua.
  2. Tagliare l’aglio finissimo.
  3. Mettere le fette di carne una sopra l’altra e tagliarle a strisce di mezzo centimetro. Tagliare le strisce in tre o quattro pezzi e poi di nuovo in più pezzi per altre tre volte.
  4. Unire l’aglio, il sale e il pepe e mischiare. Formare due burger o quattro di metà spessore.
  5. Cuocere con un po’ d’olio d’oliva in una padella oppure sulla piastra o sotto il grill.

    Hamburger stile Sasebo

IMG_1747
Un’idea per utilizzare i Pretzel fatti in casa.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...