Mele cotte e sbriciolata (Apple Crumble a Roma)

Questa ricetta è così semplice da far cadere in tentazione di provare delle varianti. Per farvi risparmiare tempo vi dico, non fatelo. Si può mettere della cannella sulle mele oppure delle mandorle nella sbriciolata e il risultato sarà buono. Ma è come per il tiramisù, alla fine solo la versione tradizionale è perfetta.

A dire il vero la ricetta tradizionale indica le mele Bramley, come per la maggior parte delle ricette inglesi che prevedono la cottura delle mele. Le Bramley sono mele acidule ma dolci e dalla polpa dorata e soffice una volta cotte. L’albero originario del cultivar è proprio questo, duecento anni or sono da quando la giovane Mary Ann Brailsford piantò un seme nel suo giardino a Southwell, nel Nottinghamshire. Il nome però è di un proprietario successivo, un macellaio del posto, il signor Matthew Bramley, che acconsentì alla richiesta del vivaista di prendere delle talee per coltivare la specie a patto che le mele si chiamassero Bramley.

Rispetto alle ricette che ho provato, ho ridotto la quantità di farina per avere una sbriciolata più friabile.

Servire calda da sola, con del gelato alla vaniglia o con della crema inglese.

 

I quattro ingredienti

4 mele Delicious (circa 600 g sbucciate e senza torsolo)

100 g burro freddo

100 g zucchero di canna

100 g farina 00

Mele cotte e sbriciolata (Apple Crumble a Roma)
È sufficiente tagliare le mele in otto spicchi invece che a cubetti. Una volta cotte il dolce avrà un bell’aspetto composto nel piattino da dessert.
  1. Tagliare le mele in otto spicchi e metterle in modo casuale sul fondo di una pirofila di 24 cm di diametro.
  2. In una ciotola mettere in burro tagliato a cubetti, la farina setacciata e lo zucchero e lavorare con una forchetta per ottenere un ‘macinato’.
  3. Coprire le mele con il macinato di farina, burro e zucchero.
  4. Cuocere in forno ventilato a 170°C per circa 45-50 minuti: a 35 minuti la sbriciolata sarà cotta ma avrà un colore pallido, ancora simile a quando era cruda, controllare la cottura finché non raggiunge un bel colore dorato.
  5. Servire calda da sola, con del gelato alla vaniglia o con della crema inglese.

 

 

Mele cotte e sbriciolata (Apple Crumble a Roma)
Come per la pasta frolla, è consigliabile non riscaldare il burro con il contatto delle mani.

IMG_2065

IMG_2089

Mele cotte e sbriciolata ‘-‘ APRI e SALVA la ricetta

 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...