Patate con salsa di tamarindo

Il tamarindo ha un sapore acre diverso dal limone o dall’aceto, ingredienti tipici di altre salse agrodolci. Assaggiare la salsa durante la cottura, mentre pian piano l’acqua evapora, per decidere, secondo la propria preferenza, come comporre i sapori: aggiungere più zucchero per smorzare l’acro e più sale per dare spessore al sapore di tutti gli ingredienti in concerto.

Sono completamente immersa nella lettura di Curry di Lizzie Collingham che è corredato da ricette dell’autrice. Le patate con salsa di tamarindo nel testo si chiamano Bengali Potatoes. Questo vuol dire, ho studiato, che il piatto porta in sè l’influenza britannica: il Bengala è la regione in cui la Compagnia delle Indie Orientali consolidò il suo potere con Calcutta capitale. L’ingrediente introdotto furono le patate, considerate nientemeno che una verdura europea.

Sabato mattina sono andata al rione Esquilino, quello del colle Esquilino, il più alto dei sette, vicino alla stazione Termini, perché lì si concentrano molti dei negozi e ristoranti etnici romani, oltre al mercato al coperto, nell’edificio di una ex caserma, conosciuto per la varietà dei prodotti medio-orientali e asiatici.

Roma è come un palinsesto, un manoscritto in cui la scrittura primitiva è stata raschiata per far posto alla nuova scrittura ma su cui è ancora possibile scorgere gli strati antichi. È quasi impossibile che qualcosa di nuovo vi si stabilisca senza cucirsi addosso un pezzo  dell’estetica di Roma. Così è la fila di negozi dell’Esquilino: che siano piatti di carbonara o di pollo arrosto inseriti nel menu del fast-food medio-orientale, oppure la parlata con la cadenza romana del venditore bengalese al mercato del pesce.

Io sono andata a cercare gli ingredienti per le patate bengalesi e la dhansak di pollo che non trovo vicino casa: pasta di tamarindo, coriandolo fresco, il chana dal e il mung dal che sono due tipi di lenticchie.

Ho un negozio di spezie e prodotti internazionali vicino casa ma è costoso: ogni confezione sembra dire, lo so che sei qui per realizzare un legame più profondo con la tua identità, acquistandomi apparterrai a un sistema di idee, alla cultura dell’autentico, te lo prometto. Questo è un altro modo di introdurre qualcosa di nuovo a Roma.

 

Mercato Esquilino - Tilapias
Pesce d’acqua dolce allevato in Italia -Mercato Esquilino, Roma
Spezie -Mercato Esquilino, Roma
Spezie, poco dopo Natale-Mercato Esquilino, Roma

Ingredienti

500 g patate piccole dalla buccia fine, tagliate in quarti

6 cucchiai olio di arachide

3 cm stecca di cannella

4 semi di cardamono

4 chiodi di garofano

2 foglie di alloro

1 cipolla grande, a fette finissime

6 spicchi d’aglio

1 cucchiaino di curcuma in polvere

20g polpa di tamarindo sciolta in 800 ml di acqua tiepida

3 cucchiaini di zucchero di canna

sale

  1. Riscaldare l’olio a fuoco medio. Quando è caldo aggiungere la stecca di cannella, i semi di cardamono, i chiodi di garofano e le foglie di alloro. Friggere per circa un minuto.
  2. Aggiungere la cipolla e friggere per qualche minuto, girando con un cucchiaio di legno, finché non siano dorate.
  3. Aggiungere l’aglio e friggere per un minuto.
  4. Aggiungere le spezie e gli aromi e infine le patate. Lasciar friggere girando per ricoprirle di sugo.
  5. Aggiungere il tamarindo con l’acqua, il sale e lo zucchero, e portare a bollore. Abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 40 minuti.
  6. Se durante la cottura il sugo diventasse denso, provare la consistenza delle patate: se manca molto perché siano cotte, aggiungere dell’acqua calda e girare per amalgamare.

Fare attenzione nel girare a non fare a pezzi la stecca di cannella.

IMG_3412.JPG
Pasta di tamarindo, prodotta in India, importata in Uk ed esportata in Italia.
Patate con salsa di tamarindo -Bengali potatoes in Roma
Patate con salsa di tamarindo – Bengali potatoes a Roma.

Patate con salsa di tamarindo ‘-‘ APRI e SALVA la ricetta

9 commenti

  1. Mi sembra un piatto molto stuzzicante perché ti confesso che il tamarindo lo bevo nella versione estiva di sciroppo.
    Rarissimamente vado al mercato dell’esquilino perché lontano e non ho molto tempo però mi hai fatto venire anche questa seconda voglia.

    Sherabientot

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...