Scones allo zenzero

I turisti in visita in Gran Bretagna nei mesi estivi sono deliziati dagli scones classici, color paglierino, alti almeno due dita, soffici e poco zuccherati perché serviti con panna montata e marmellata di fragole, che nel migliore dei casi è home-made con fragole fresche. Gli scones sono un must del tè delle cinque: non pane, non un dolce, quelli tradizionali contengono solo farina, burro e latte. Più spesso hanno uova, zucchero e uva sultanina e i più buoni sono quelli dei B&B dei villages, comunità più piccole vicine alle città ma separate da queste da grandi anelli di verde, dove il burro è un prodotto locale.  Scan 1

Un’istituzione che vanta ottimi scones è il National Trust, un no-profit che si prende cura e fa rivivere edifici storici. L’atmosfera della dimora storica è particolarmente adatta a valorizzare il rito del tè delle cinque.

A metà del Seicento tre bevande entrano nelle abitudini domestiche, e costose, dell’aristocrazia: il caffè, la cioccolata calda e il tè. Ma di questi, il tè diventa lo strumento della socialità femminile. L’ora del tè spezza il digiuno fra colazione e cena, che ancora nel Settecento non ha un orario fisso. Il tea con toast, biscotti o una fetta di torta è anche un motivo di aggregazione, pur se meno formale, per stringere amicizie, discutere gli affari e cercare sodalizi.

Attraverso il rito del tè, la donna della middle class valuterà pretendenti per i suoi figli, amici, possibili amanti, in una parola: eserciterà il suo potere. Da qui si sviluppa una serie di piccoli rituali non detti che servono a mettere alla prova gli altri: per esempio, metti il cucchiaino dentro la tazza per dire che hai avuto tè a sufficienza. Mentre l’aristocrazia si frammenta nel corso dell’Ottocento con l’avanzata della borgnesia, ogni dettaglio può svelare a quale gruppo appartieni.

La ricetta degli scones allo zenzero è adattata da quella servita al Wimpole Estate , dimora del 1600, la più grande fra quelle dello Cambridgeshire, dove la regina Vittoria dormì per due notti nel 1843.

La ricetta originale di Wimpole Estate proviene dal libro di Sarah Clelland, stacanovista degli scones, autrice del blog National Trust Scones che sfrutta a pieno l’abbonamento annuale al National Trust… e di cui ho subito acquistato il libro.book-of-scones-national-trust

Scones allo zenzero (zenzero fresco e zucchero di canna integrale)
La ricetta originale prevede zenzero in polvere e black treacle, uno sciroppo di melassa caramellato che si acquista già fatto. Lo zucchero di canna integrale conferisce il colore bruno e il sapore caramellato senza dover rinunciare all’ingrediente più salutare. Lo zenzero fresco è piccante, un sapore interessante da abbinare alla marmellata.

Per circa 5-6 scones | cottura 220°C, 10 minuti

Ingredienti

225 g farina 00

50 g burro

6 cucchiai di latte, più un po’

3 cucchiai di zucchero di canna integrale

1 cucchiaino di zenzero fresco tritato

½ cucchiaino di bicarbonato di sodio

 

  1. Setacciare la farina con il bicarbonato.
  2. Aggiungere il burro a temperatura ambiente a pezzi e lavorare velocemente con le mani fino al completo assorbimento del burro.
  3. Sciogliere lo zucchero nel latte tiepido e aggiungere lo zenzero.
  4. Versare il latte sulla farina, amalgamare senza lavorare troppo l’impasto.
  5. Su una spianatoia infarinata stendere la pasta con le mani lasciando che sia alta un paio di centimetri. Con un taglia biscotti tondo di 7 cm di diametro, ricavare gli scones. Spennellare la superficie degli scones con il latte.
  6. Cuocere a 220°C per 10-12 minuti.

 

Scones allo zenzero

Scones allo zenzero ‘-‘ APRI e SALVA la ricetta

 

Save

6 commenti

    • Grazie! Sai che io li ho riscoperti da poco? Mia cugina (la cartolina è sua) è stata in Galles ed è tornata dicendomi ‘devi darmi la ricetta degli scones!!’ Ma in realtà li avevo fatti occasionalmente, anche se a mio (ex)marito(inglese) piacevano molto…

      Liked by 1 persona

      • Ciao Flavia anche io devo dire che li faccio pochissimo eppure come dicevi anche tu sono così buoni. E sono anche abbastanza veloci da fare… bisognerà provvedere al più presto 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...